L'Associazione Lucesoffusa si fonda ufficialmente nell'aprile del 2003 a Camponogara in provincia di Venezia. E' un'associazione giovane, fresca, nata appositamente con la prima grande ambizione, rappresentare il musical che è entrato loro nel cuore e nell'anima: Jesus Christ Superstar. Nel 2004 la compagnia ha effettuato una tournè in diversi teatri del Veneto e in Toscana. Attualmente conta una trentina di iscritti più una stretta collaborazione con una ventina di musicisti.

"...Con l'ausilio di alcuni praticabili vengono costruiti a vista dagli interpreti i luoghi deputati della bimillenaria vicenda, strutturando quadri intensi e poetici che si susseguono con ritmo. Gli interpreti cantano, ballano, recitano in una dimensione corale, rompendo continuamente la "quarta parete" che li separa dal pubblico, ottenendo effetti di tridimensionalità e "stereofonia" originali e pregevoli, derivati da una sapiente orchestrazione delle masse. Energia, vitalità, partecipazione e coinvolgimento di tutti gli interpreti dilagano in platea, si trasmettono agli spettatori di tutte le età, che restano coinvolti dal succedersi dei quadri, quasi "dipinti" dalla plastica disposizione degli interpreti e tratteggiati dalle potenti atmosfere musicali, da una mimica attenta e curata, da costumi suggestivi e moderni.

Si passa così dalle morbide atmosfere che si creano attorno al misurato "Messia" (Alessandro Corrò), alle spigolose e rigide scene dei sacerdoti, la cui cupezza viene ulteriormente scandita da toni bassi e profondi. Il personaggio di un Giuda (Antonio Carminato)"necessario" alla storia della salvezza, viene ritagliato con forza e passione, mentre una dolcissima Maddalena (Maddalena Zancato) contribuisce a dipingere quadri teneri e sensuali.

Difficile descrivere quanto si vede in questa riuscita edizione, che procede senza cali di tono e di energia verso la croce, con un finale intenso e suggestivo, che spinge lo spettatore, più che a una razionale evangelizzazione, a una consapevolezza del cuore pronta a cogliere la dimensione "parabolica" della rappresentazione della vita del Nazzareno.

Ateo, agnostico o cristiano, lo spettatore non potrà non restarne colpito...

Non era facile trovare qualcuno che a lavoro già iniziato si cimentasse nell’impresa, e soprattutto qualcuno all’altezza di riproporre l’emozione musicale che caratterizzano i 27 brani. Ma l’effetto calamita verso questo spettacolo ha fatto incontrare nel nostro cammino altri “amanti” che hanno deciso di dedicare sere, sete e sudore al progetto, i musicisti in questione sono gli "IMAGE CIRCLE" composti da:

Per quanto concerne il coro, una sessione del gruppo corale di Fiesso "VOCI DELLA RIVIERA" ha ripercorso le nostre orme di due anni prima ritrovandosi ogni giovedi sera solamente con voce e copione. Il percorso svolto con loro è stato finalizzato al pieno coinvolgimento nella scena, non solo “limpida esecuzione” ma anche immersione nella profondità dei testi fare.

Alla musica dal vivo è stata affiancata un'altra fondo novità. L'inserimento del corpo di ballo della scuola "Dance Sky Land" di Tombelle, 8 ragazze (Erika Masiero, Laura Frasson, Claudia Rubin, Francesca Sinigagliese, Sofia Angi, Irene Meneghello, Silvia Alibardi, Silvia Forin,) che rendono più armoniose e d'impatto alcune scene dello spettacolo, grazie alle coreografie di Monia Masiero - aiuto coreografa Giorgia Perini.

Crediamo fermamente che il sommarsi di tante nuove potenzialità renda lo spettacolo ancora più intenso. Il grande punto di forza è il fatto di avere uno spettacolo adattabile alle varie tipologie dei luoghi che ci ospitano.

Top opere rock

Il rock è un genere musicale che tutti conoscono e che per molti è ormai una passione consolidata fin dal periodo adolescenziale, interesse portato avanti poi fino all'età adulta. Ma cosa si intende per opera rock? Diciamo che questo è un termine usato per definire una qualsiasi composizione musicale espressa attraverso il genere rock e costituita da un assetto narrativo che gli permetta di essere realizzata anche in forma scenica. Per capire meglio, vediamo insieme qualche esempio di tale composizione! A partire dagli anni '70 fino ai tempi d'oggi, Jesus Christ Superstar ha segnato la storia dei musical di Broadway e catturato l'interesse e l'attenzione di un pubblico vastissimo, sparso in tutto il mondo.

Quest'opera rock mette in scena un'originale rappresentazione delle vicende vissute da Gesù durante la sua ultima settimana di vita, ma filtrate dal punto di vista di uno dei personaggi che più hanno contribuito alla sua incarcerazione: il traditore Giuda Iscariota. Il musical, prodotto da Webber grazie all'aiuto dei testi di Rice, mostra le figure bibliche nelle loro contraddizioni più forte ed estreme, incollando lo spettatore alla poltrona grazie alla ricchezza di contenuti, musiche e battute; è stato fra l'altro oggetto di adattamento cinematografica. Altra opera rock degna di nota è certamente S.FSorrow, primo esempio realizzato in Gran Bretagna dal gruppo inglese The Pretty Things, nel 1968.

Gli artisti decisero di scrivere una storia in cui la musica evidenziasse un andamento altalenante e pieno di sorprese: Sebastian, il protagonista della narrazione, scopre se stesso e il mondo che lo circonda attraverso una serie di esperienze complesse e articolate (dall'amore alla delusione, dalla passione alla follia), passando per tutte le fasi che contraddistinguono la vita di ciascuno di noi. E non dimentichiamoci di un gruppo rock che ancora oggi continua ad avere milioni di fan in tutto il mondo, quello dei The Who. A fine anni '60, questa band produce due delle più importanti opere rock a livello internazionale: The Wall e Quadrophenia.

In entrambi gli album, i musicisti fanno riferimento a storie tragiche che accadono rispettivamente a Tommy, bimbo che diventa sordo, cieco e muto, e il protagonista di Quadrophenia, un ragazzo deluso dai movimenti subculturali britannici che si svilupparono tra gli anni '50 e '60. Fatti di abusi, indolenze, illusioni, bullismo e violenza sono alla base delle narrazioni in cui si riconosce tutta l'energia e il sound di questo grande gruppo musicale. Se volete vedere alcuni di questi spettacoli, vi consigliamo di recarvi in uno dei tanti teatri italiani e trascorrere una serata all'insegna della riflessione, del buon gusto musicale e del divertimento in compagnia di una escort Italia dal http://www.escortforumit.xxx.

Il Teatro Pavarotti di Modena, il Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona e i principali teatri di Roma e Milano offrono la visione di tali opere artistiche, frutto del talento e della creatività di autori eccezionali. Poter interagire con un mix di espressioni artistiche differente dà la possibilità di vivere sulla propria pelle emozioni uniche, destinate a rimanere a lungo nel vostro cuore e nei vostri ricordi. Un'ondata di ritmo, una carica di sensazioni, uno scroscio di applausi: opera rock, si va in scena!